Avvisi Domenica – XVII Tempo Ordinario

INFO n. 43 – 25 luglio 2021 – XVII Tempo Ordinario

PRIMA FESTA DEI NONNI E DEGLI ANZIANI

Papa Francesco ha istituito la Festa mondiale dei Nonni e degli Anziani la quarta domenica di luglio, in prossimità della memoria dei santi Nonni di Gesù, Gioacchino ed Anna, inviando una Lettera della quale pubblichiamo ampi stralci:

  “Io sono con te tutti i giorni” (cfr Mt 28,20) è la promessa che il Signore ha fatto ai discepoli prima di ascendere al cielo e che oggi ripete anche a te, caro nonno e cara nonna. A te. “Io sono con te tutti i giorni” sono anche le parole che da Vescovo di Roma e da anziano come te vorrei rivolgerti in occasione di questa prima Giornata Mondiale dei Nonni e degli Anziani: tutta la Chiesa ti è vicina – diciamo meglio, ci è vicina –, si preoccupa di te, ti vuole bene e non vuole lasciarti solo!

So bene che questo messaggio ti raggiunge in un tempo difficile: la pandemia è stata una tempesta inaspettata e furiosa, una dura prova che si è abbattuta sulla vita di ciascuno, ma che a noi anziani ha riservato un trattamento speciale, un trattamento più duro. Moltissimi di noi si sono ammalati, e tanti se ne sono andati, o hanno visto spegnersi la vita dei propri sposi o dei propri cari, troppi sono stati costretti alla solitudine per un tempo lunghissimo, isolati. Il Signore conosce ognuna delle nostre sofferenze di questo tempo. Egli è accanto a quanti vivono l’esperienza dolorosa di essere messi da parte; la nostra solitudine – resa più dura dalla pandemia – non gli è indifferente. Una tradizione narra che anche San Gioacchino, il nonno di Gesù, fu allontanato dalla sua comunità perché non aveva figli; la sua vita – come quella della sua sposa Anna – era considerata inutile. Ma il Signore gli mandò un angelo per consolarlo. Mentre egli, rattristato, rimaneva fuori dalle porte della città, gli apparve un inviato del Signore per dirgli: “Gioacchino, Gioacchino! Il Signore ha esaudito la tua insistente preghiera

Nel Vangelo di Matteo, Gesù dice agli Apostoli: «Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato» (28,19-20). Queste parole sono rivolte anche a noi oggi e ci aiutano a comprendere meglio che la nostra vocazione è quella di custodire le radici, trasmettere la fede ai giovani e prendersi cura dei piccoli. Ascoltate bene: qual è la vocazione nostra oggi, alla nostra età? Custodire le radici, trasmettere la fede ai giovani e prendersi cura dei piccoli. Non dimenticate questo.

Non importa quanti anni hai, se lavori ancora oppure no, se sei rimasto solo o hai una famiglia, se sei diventato nonna o nonno da giovane o più in là con gli anni, se sei ancora autonomo o se hai bisogno di essere assistito, perché non esiste un’età per andare in pensione dal compito di annunciare il Vangelo, dal compito di trasmettere le tradizioni ai nipoti. C’è bisogno di mettersi in cammino e, soprattutto, di uscire da sé stessi per intraprendere qualcosa di nuovo. […]

Cara nonna, caro nonno, nel concludere questo mio messaggio, vorrei indicare anche a te l’esempio del beato – e prossimamente santo – Charles de Foucauld. Egli visse come eremita in Algeria e in quel contesto periferico testimoniò «la sua aspirazione a sentire qualunque essere umano come un fratello» (Enc. Fratelli tutti, 287). La sua vicenda mostra come sia possibile, pur nella solitudine del proprio deserto, intercedere per i poveri di tutto il mondo e diventare davvero un fratello e una sorella universale.

Chiedo al Signore che, anche grazie al suo esempio, ciascuno di noi allarghi il suo cuore e lo renda sensibile alle sofferenze degli ultimi e capace di intercedere per loro. Che ciascuno di noi impari a ripetere a tutti, e in particolare ai più giovani, quelle parole di consolazione che oggi abbiamo sentito rivolte a noi: “Io sono con te tutti i giorni”. Avanti e coraggio! Che il Signore vi benedica.

FRANCESCO

MESE DI AGOSTO

  • Messe festive ore 8.30 – 10.30 – 19 (sospese SS. Messe ore 9.30 e 12)
  • Messe feriali solo ore 19.

UFFICI: Nel mese di agosto le pratiche di ufficio si faranno solo su appuntamento.

CARITAS: Il Centro di ascolto è chiuso ad agosto.

PERDONO DI ASSISI: 1 e 2 agosto indulgenza plenaria alle solite condizioni.

PER LE CONFESSIONI, PER PRENOTARE UNA SANTA MESSA E I SACRAMENTI,

PER LA VISITA AGLI AMMALATI OD ALTRE ESIGENZE TELEFONARE AL N. 063339340.

CENTRO ESTIVO PARROCCHIALE

Il Centro Estivo continua l’attività fino a venerdì 6 agosto. Riprenderà, previa prenotazione, le prime due settimane di settembre. L’Oratorio quotidiano riapre il 30 agosto.

Pubblicato da Gran Madre di Dio - Roma

Webmaster - granmadredidio@altervista.org

Parrocchia Gran Madre di Dio
Via Cassia 1 – 00191 ROMA tel. 06-33.39.340
email: granmadredidioroma@gmail.com
Informativa sulla privacy    –    Trattamento dati personali